Bonfante Interior Contractor
15/09/2020

La percezione di pulito nei pavimenti degli alberghi

La percezione di pulito nei pavimenti degli alberghi

Qualcosa sta cambiando, soprattutto per le strutture ricettive che ora devono rispondere ad alti standard di pulizia, perché la scelta da parte dei clienti sarà dettata sempre più dalla maggiore attenzione all’igiene dei locali. Gli albergatori, perciò, dovranno avere la capacità non solo di sanificare gli ambienti e gli oggetti, ma anche di saper comunicare queste attenzioni agli ospiti, trasmettendo in pochi sguardi una maggior percezione di pulito e di sicurezza. Ambienti percepiti facili da pulire daranno una maggior sensazione di comfort, quindi la scelta di materiali lavabili che aumentino questa percezione aiuterà ad incrementare il senso di sicurezza.

A tal proposito, la pavimentazione degli spazi comuni, dei corridoi e delle camere è uno degli elementi che più risalta all’occhio dei clienti, in quanto ambienti con pavimenti facilmente lavabili daranno una maggior percezione di comfort rispetto a tutte quelle pavimentazioni tessili come, ad esempio, la moquette.

La moquette, infatti, si presta bene a far annidare più facilmente germi e batteri: tende a trattenere al suo interno polvere, briciole, capelli e sporcizia e richiede una maggiore pulizia, tempi più lunghi e metodi di sanificazione più impegnativi.

Pavimentazioni calde lavabili come LVT, PVC, resine o laminati poggiati su materassini fonoassorbenti, d’altro canto, ci aiutano in questa maggiore percezione di igiene, con il vantaggio di ottenere ottimi risultati in termini di sanificazione seppur con un minor dispendio di risorse.
Queste soluzioni, inoltre, ci consentono di non rinunciare al design e al comfort acustico delle pavimentazioni tessili, in quanto sul mercato esiste una vasta gamma di soluzioni e configurazioni innovative che permettono di accrescere il valore complessivo della struttura.